LE NOSTRE RIVISTE SPECIALIZZATE

Sport di montagna
sabato 1 luglio 2017
Nihorimbere e Magliano dominano la Val di Fassa Running

La trentina Mirella Bergamo seconda di tappa e quarta nella generale
La trentina Mirella Bergamo seconda di tappa e quarta nella generale

L’albo d’oro della Val di Fassa Running si arricchisce di due nuovi atleti di alto livello, che con classe e prepotenza hanno posto il sigillo sull’edizione numero 19, dominando tutte e cinque le tappe, compreso il trofeo rifugio Buffaure di corsa in montagna. Il ventiquattrenne del Burundi Celestin Nihorimbere e la ventottenne piemontese Camilla Magliano hanno dimostrato di avere una marcia in più rispetto agli avversari, portando una ventata di novità alla competizione fassana ma pure di qualità, visto che il primo ha partecipato alla maratona olimpica di Rio de Janeiro e la portacolori della Podistica Torino è vice campionessa italiana in carica di corsa in montagna.
Se la Magliano ha fatto valere la propria superiorità sulla verticalità della tappa conclusiva di 10,6 km e 940 metri di dislivello con partenza a Pozza di Fassa e arrivo nei pressi della stazione a monte della cabinovia Buffaure, il giovane runner del Burundi, abituato alle corse su strada, ha gestito bene la prova, percorrendola per metà gara assieme al rivale Massimo Galliano, bruciandolo però nel finale. Il cuneese ha pure provato ad allungare all’inizio della salita, con l’obiettivo di centrare il successo di tappa, ma il rivale gli è sempre rimasto a fianco e nel finale se ne è andato da solo a ricevere gli applausi del pubblico sulla linea del traguardo. Celestin Nihorimbere ha concluso la prova con il tempo di 58’40”, precedendo di soli 6 secondi il cuneese Massimo Galliano, mentre i compagni di squadra della Falchi Lecco Eros Radaelli e Paolo Bonanomi hanno terminato la tappa più impegnativa mano nella mano sul traguardo a 1’06” dal vincitore. Seguono nella classifica Luca Tassarotti a 1’32”, James Kraft a 1’35” e Don Franco Torresani a 2'25”, che non manca mai al tappone dolomitico di chiusura. È lui il miglior trentino di giornata in gara, mentre il moenese Massimo Leonardi ha chiuso decimo a 2’58”.
Se la prova al maschile non ha regalato sorprese nella lotta per il podio, non si può dire altrettanto della gara al femminile. Alle spalle dell’imprendibile Camilla Magliano, capace di concludere la gara con il tempo di 1h05’40” (sedicesima prestazione di giornata) troviamo infatti la trentina Mirella Bergamo del Gs Valsugana Trentino, che ha dato il tutto per tutto sulla ripida ascesa al Buffaure, concludendo a 6’13” della vincitrice, ma centrando un entusiasmante secondo posto e lasciandosi alle spalle Maria Rosa Erario, preceduta di 59 secondi, quindi la forte Ana Nanu e le rivali in classifica Federica Poesini e Maria Caterina Saccardo, e risalendo nella generale fino al quarto posto.
Graduatoria finale della 19ª Val di Fassa Running che ha visto trionfare Camilla Magliano con il tempo complessivo di 4h56’19”, davanti ad Ana Nanu ad oltre 20 minuti (5h16’43”), ed ancora Maria Caterina Saccardo 5h22’53”, Mirella Bergamo 5h24’36” e Federica Poesini 5h24’46”. Al maschile è dunque giunta la terza vittoria in 19 edizioni per un atleta di colore dopo i successi di Nickson Rugut Kiptolo nel 2005 e nel 2006. Celestin Nihorimbere ha fatto registrare la prestazione complessiva di 4h14’59”, quindi a 3’03” il grintoso Massimo Galliano (4h18’02”), e più staccato Paolo Bonanomi, con il tempo di 4h24’42”, Eros Radaelli 4h2705”, Mirko Bertolini 4h28’45”, James Kraft 4h29’37”. Undicesimo il trentino Massimo Leonardi 4h38’18”.
Con l’ultima tappa si è definita anche la graduatoria finale di categoria, che ha visto trionfare Camilla Magliano nella Af18-34, Maria Rosa Erario nella Bf 35-39, Ana Nanu nella Cf 40-44, Mirella Bergamo nella Df45-49, Daniela Berti Riggi nella Ef50-54, Mara Rossinelli nella Ff55-59, Rosina Sidoti nella Gf60-64, Rosalinda Bonini nella Hf65-69 e Nadia Spezzati nella If 70-74. In campo maschile affermazioni per Celestin Nihorimbere nella Am18-34, Diego Gaspari nella Bm35-39, Massimo Galliano nella Cm40.44, Danilo Testa nella DeafM, Diego Zanoni nella Dm45-49, Gianfranco Paradiso nella Em50-54, Olimpo Rivera nella Fm55-59, Giovanni D’Amico nella Gm60-64, Luigi Luzi nella Hm65-69, Giorgio Ferroni nella Im70-74 e Narciso Morellato nella Lm oltre 75.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri



SporTrentino.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trento (aut. n. 1.250 del 20.04.2005) e curata da PegasoMedia srl