LE NOSTRE RIVISTE SPECIALIZZATE

Mondosport
martedì 4 settembre 2018
Le padrone del calcio europeo

Dopo la grande abbuffata estiva del mondiale di Russia vinto dalla Francia, il calcio europeo torna a ruggire con i campionati nazionali che ripartono dal mese di agosto, oltre ovviamente alle competizioni continentali il cui inizio è previsto per metà settembre. L'aspettativa è alta, perché il calcio è sempre lo sport più seguito e che più passione genera. Di qualsiasi campionato si tratti, è chiaro che vi sono delle squadre che attirano più di altre, vuoi per il palmarés, vuoi per la rosa a disposizione, vuoi per gli allenatori che le dirigono o addirittura per la passione dei loro tifosi. Con la Serie A ed altre competizioni già iniziate, aspettando la Champions League e la Coppa Italia, va fatto un quadro esaustivo delle squadre attualmente più forti d'Europa, tutte impegnate nella competizione più prestigiosa, la Champions.

Il Manchester City, affamato di gloria


La seguente è la terza stagione di fila nella quale Pep Guardiola siede sulla panchina del Manchester City, squadra inglese da sempre all'ombra della rivale cittadina, lo United, fino all'arrivo della nuova proprietà degli sceicchi del Qatar. Dopo l'insediamento di questi ultimi, il progetto di ingrandire il City è stato culminato dall'ingaggio di un tecnico rivoluzionario e vincente come Guardiola, il primo nell'era del calcio moderno a vincere un triplete (con il Barcellona), per di più al primo anno da allenatore di una squadra professionista. Dopo l'arrivo del tecnico catalano, i Blues di Manchester hanno vinto un titolo di Premier League la stagione scorsa facendo letteralmente a pezzi tutti i loro avversari. Eppure gli è rimasta incastrata nel fianco la spina della Champions League, un trofeo al quale tutti ambiscono ma che non sono riusciti a conquistare la stagione scorsa per via della sconfitta ai quarti di finale contro il Liverpool. Quest'anno, quindi, l'obiettivo importante dei mancuniani sarà quello di sollevare al cielo la Coppa dalle grandi orecchie, da sempre il sogno di ogni calciatore. Pep Guardiola, che nella sua esperienza calcistica in Italia ha imparato molto dal punto di vista tattico, saprà quali tasti toccare affinché i suoi uomini possano fare il salto di qualità anche in Europa, nonostante debba iniziare la stagione senza Kevin De Bruyne, infortunatosi al ginocchio e fermo per almeno tre mesi. I giochi però si faranno duri soltanto a febbraio, quando inizierà la fase a eliminazione diretta e ogni errore sarà severamente punito.

La Juventus, in cerca di rivincita


Padrona assoluta della Serie A, torneo nel quale è la favorita per la vittoria secondo le scommesse sportive le cui quote vedono il suo trionfo pagato 1,45 volte la posta il 30 agosto, la Juventus è più che mai decisa a puntare tutto, o quasi, sulla Champions League questa stagione. Aver effettuato una serie di acquisti importanti sul mercato, tra i quali spicca quello di Cristiano Ronaldo, è sicuramente un segno importante da parte del club che si allena a Vinovo. La dirigenza, con a capo Andrea Agnelli, ha compreso che andava fatto un sacrificio per migliorare le prestazioni di una squadra che da oltre vent'anni non riesce a imporsi in alcuna competizione europea. La Juventus, che affronterà nella prossima partita di Serie A il Sassuolo, si è rinforzata con i vari Perin, Cancelo, Emre Can, Ronaldo e soprattutto con il ritorno di Bonucci, un difensore forte ed esperto che potrà dare una mano nelle partite importanti. L'obiettivo di Massimiliano Allegri e di Marotta e Paratici, i cervelli del mercato bianconero, è sicuramente quello di continuare a vincere in Serie A, ma anche di farsi rispettare maggiormente in Champions, una competizione scappata all'ultimo momento per ben due volte negli ultimi tre anni. Con Ronaldo in attacco la Juve si è garantita dunque un goleador capace di segnare più di chiunque nelle ultime tre edizioni della Champions, e tutto lascia intendere che con dei giocatori come Pjanic e Dyabal alle sue spalle il portoghese potrà essere assoluto protagonista nella prossima stagione di Champions.

Il Barcellona non molla


Tuttavia, quando parliamo di Europa, e soprattutto di Champions League, non possiamo omettere le squadre spagnole, che hanno vinto questo trofeo negli ultimi quattro anni. Il Barcellona di Lionel Messi, per molti il calciatore più forte del globo, viene dalla cocente sconfitta ai quarti di finale l'anno scorso contro la Roma e avrà tutta la voglia di vendicarsi. Dopo il mercato estivo il club blaugrana si è rinforzato con l'arrivo di un difensore di prospettiva come Lenglet, mentre in attacco è arrivato Malcom e a centrocampo, reparto nel quale si sentirà la mancanza di Andrés Iniesta, sarà impiegato spesso il giovane Artur, speranza del calcio brasiliano. In attacco, oltre a Messi e al suo amico Luis Suarez, i catalani potranno contare sulla velocità di Dembelé e sulla qualità di Coutinho, un trequartista di gran talento nella conduzione del pallone e capace anche di mettere a segno dei gol stilisticamente apprezzabili. Con un portiere come ter Stegen, tra i migliori in circolazione, il Barça sembra avere dalla sua parte le carte in regola per poter effettuare un altro assalto al trono d'Europa.
Oltre a queste squadre, però, non vanno dimenticate il Real Madrid campione in carica, il Paris Saint Germain di Neymar Jr, l'Atletico Madrid di Diego Simeone, una squadra rocciosa e sempre difficile da battere, e il sempre presente Bayern Monaco. Tra queste squadre solamente una si imporrà nella lotta alla tanto agognata Champions League.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri



SporTrentino.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trento (aut. n. 1.250 del 20.04.2005) e curata da PegasoMedia srl