LE NOSTRE RIVISTE SPECIALIZZATE

Atletica
venerdì 21 settembre 2018
Sabato 22 settembre c'è la SkyGhez, con tanti big al via

Andate in archivio con successo la Valandro Vertical Race di giugno e la Comano Ursus Extreme Trail di agosto, il Comano Mountain Circuit si appresta a vivere il proprio ultimo atto con la seconda edizione della SkyGhez, in programma domani (sabato 22 settembre) a San Lorenzo in Banale, sede di partenza e arrivo della gara.
In cabina di regia, nelle vesti di società organizzatrice, siederà la Comano Mountain Runners, che ha curato ogni minimo dettaglio per garantire i migliori standard possibili a una skyrace sì giovane, ma già entrata nel cuore degli appassionati delle corsa in montagna, chiamati a confrontarsi in uno scenario dall’indubbio fascino.
Tra i tanti atleti che hanno risposto all’appello dello staff capeggiato da Marco Buratti ci sono alcuni dei grandi interpreti della disciplina, tra cui i recenti vincitori della gara di 45 km della Dolomiti di Brenta Trail, il trentino Andrea Debiasi e la molvenese Elena Nicolini, ai quali si aggiungono la campionessa in carica Paola Gelpi, il moriano Christian Modena, l'altoatesino del Team La Sportiva Andreas Reiterer e il campione dello sci alpinismo Federico Nicolini, fratello di Elena, che ha già dimostrato di saper dire la sua anche nelle vesti di runner.
Figurava nell’elenco iscritti, ma non potrà prendere il via, il vincitore dell’edizione 2017, il trentino della Valsugana Gil Pintarelli, sfortunata vittima in settimana di un brutto incidente durante un’uscita in bicicletta.
Il percorso avrà uno sviluppo di 20 chilometri e presenterà un dislivello positivo di 2.200 metri. Il via verrà dato alle ore 9 dal suggestivo borgo di San Lorenzo in Banale, che ospiterà anche l’arrivo, nonché le premiazioni (sia della SkyGhez che del Comano Mountain Circuit) e la festa bavarese che animerà il dopo gara. Il tracciato si svilupperà in parte su strade acciottolate, in parte su ripidi e verdi pendii, quindi sulla splendida cresta che porta a toccare una delle cime più alte del Brenta meridionale, la cima Ghez, posta a 2.714 metri d’altitudine.
Dopo un primo tratto pianeggiante, i runner affronteranno l’ascesa verso il Monte Prada, nei pressi di Pian de Froschera (1.391 metri), per poi raggiungere il bivio Olta da Cor, svoltare sul sentiero delle Coste da Cor e salire in direzione località Portela, fino a quota 1.853 metri. A quel punto, i concorrenti proseguiranno verso il Dos da L’Ora e saliranno a Cima d’Arnal (2.446 metri). Alcuni passaggi tecnici e affilate creste accompagneranno gli atleti fino ai 2.714 metri di cima Ghez, da dove verrà imboccata la discesa che porta a Malga Ben (1.721 metri). Da lì ci si immetterà sul sentiero che conduce a Forcella Bregain, quindi si percorrerà un tecnico e godibile single track, con successivo transito in un bosco di alberi secolari e in località Le Mase, prima dell’arrivo a San Lorenzo in Banale.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri

SporTrentino.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trento (aut. n. 1.250 del 20.04.2005) e curata da PegasoMedia srl