SporTrentino.it
Sport di montagna

Prende forma il roster della Rosetta Verticale Trail Run

«Rosetta Verticale Trail Run» atto quinto. È tutto pronto nella valle del Primiero e a San Martino di Castrozza per l’atteso appuntamento, in programma domenica 19 settembre, con la competizione verticale, che porterà a Cima Rosetta, con uno sviluppo di 6,9 km e 1.279 metri di dislivello. Si tratta di una delle gare più attese dell’anno, che si svolge in un contesto paesaggistico da cartolina, perché, è inutile nasconderlo, le Pale di San Martino sono uno dei fotogrammi che meglio rappresentano il Trentino e le Dolomiti. Non è dunque un caso che anche quest’anno la «Rosetta Verticale Trail Run» possa godere di un interessante richiamo internazionale, grazie alla presenza della nazionale svizzera di sci alpinismo, guidata dal responsabile tecnico Oscar Angeloni , che, come lo scorso anno, ha scelto la valle del Primiero per affinare la preparazione in vista della stagione invernale, inserendo nel programma pure la competizione di corsa in quota organizzata dallo staff diretto da Johnny Zagonel.

Domenica 19 settembre gli atleti da battere saranno dunque gli stessi vincitori di dodici mesi fa, ovvero Werner Marti e Victoria Kreuzer, fra l’altro detentori del record della giovane gara con i tempi di 51’19” al maschile e 1h03’05” al femminile. I due fuoriclasse elvetici dovranno ben guardarsi dagli stessi compagni di squadra, più che mai agguerriti e intenzionati a lasciare il segno sulle verticalità del Rosetta, ma pure runner dal pedigree interessante, come il friulano di Gemona Tiziano Moia, abbonato al podio in questa competizione. Indosseranno il pettorale anche altri due atleti affezionati alla Rosetta Verticale come il forte corridore di corsa in montagna, l'agordino Luca Cagnati e il giovane sci alpinista vicentino Matteo Sostizzo. Ha confermato di essere presente con il proprio team l'atleta amputato Moreno Pesce, che sfiderà se stesso, cercando di migliorare la propria migliore prestazione.
La starting list è ancora in via di ultimazione, visto che i big aspettano sempre gli ultimi giorni per confermare la propria adesione, ma il numero degli iscritti, per ora oltre 250, conferma l’interesse che questa gara riesce a suscitare nelle menti e nelle gambe degli appassionati.
Il percorso è lo stesso delle precedenti quattro edizioni, che si si snoda sul versante ovest delle pendici del Cimon della Pala fino a Cima Rosetta, sul quale si imposero Stefano Gardener e Antonella Confortola nel 2019, Davide Magnini e Corinna Ghirardi nel 2018, Patrick Facchini e Cecilia De Filippo nel 2017, oltre ai due svizzeri Marti e Kreuzer, trionfatori nel 2020.
Le iscrizioni sono ancora aperte sul nuovo sito internet www.rosettaverticale.it, al costo di 30 euro (con pacco gara e pasta party all’esterno) fino al 16 settembre, quindi 40 euro fino alla vigilia dello start, fino al raggiungimento di 400 pettorali, limite fissato dagli organizzatori per gestire l’evento con sicurezza e distanziamento. A tal proposito ogni atleta dovrà compilare un’autocertificazione in materia Covid 19.
Per quanto riguarda il programma gare, sabato 18 settembre è dedicato alla consegna di pacco gara e pettorali dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 19, quindi domenica 19 settembre stesse attività fino alle 8,30. Lo start è previsto alle 9.30 dal centro di San Martino di Castrozza, con partenza a gruppi di 4 atleti ogni 30 secondi. Dalla classifica generale verranno poi estrapolate e premiate ben otto categorie: assoluta, under 16, under 23, over 50 sia maschile sia femminile.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,437 sec.