SporTrentino.it
Atletica

Quattro podi trentini alla Sprint Champion a Merano

La Federazione delle associazioni sportive sudtirolesi (VSS) ha organizzato domenica 3 ottobre la grande finale dell'Euregio-Sprint Champion sulla passeggiata delle terme di Merano per conto dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. Spronati da numerosi spettatori sulla Kurpromenade, i giovani atleti provenienti dal Tirolo, dall'Alto Adige e dal Trentino hanno mostrato grande spirito sportivo.

Seguendo il concetto dell’iniziativa Sprint Champion, è stato scelto un luogo particolare per la grande finale dell'Euregio. Il percorso di sprint si estendeva per 60 metri dal Kurhaus di Merano lungo la famosa Kurpromenade. "Portare lo sport nei centri urbani è un segno importante, perché lo sport fa parte della nostra cultura quotidiana e deve essere reso visibile", spiega il Presidente Arno Kompatscher. Il vicepresidente del Land Tirolo Josef Geisler ha fatto eco a questo sentimento, affermando: "La finale dell'Euregio Sprint Champion è un evento particolare perché si tiene nel cuore di Merano, avvicinando lo sport agli spettatori".
Un totale di 120 atleti dell'Alto Adige, del Tirolo e del Trentino si sono riuniti al gran finale per determinare i campioni dell'Euregio Sprint. I contendenti altoatesini per il titolo di campione dell'Euregio Sprint sono stati scelti in varie tappe. La ricerca degli atleti del Tirolo e del Trentino è stata effettuata dalle associazioni partner ASVÖ Tirol e CSI Trento. "Attraverso le finali dell'Euregio SprintChampion, Tirolo, Alto Adige e Trentino si uniscono per il divertimento attraverso lo sport, lo scambio di idee e per nuove amicizie", spiega l'assessore allo sport della Provincia di Trento Roberto Failoni.
Dopo le gare preliminari e intermedie, le cinque ragazze e i ragazzi più veloci di ogni fascia di età si sono qualificati per le gare finali. Lì, i velocisti altoatesini si sono messi in mostra ancora una volta: hanno vinto tre delle otto medaglie d'oro possibili e i titoli EUREGIO. Gli atleti tirolesi sono stati in grado di assicurarsi il primo posto cinque volte. Purtroppo gli atleti trentini non sono riusciti a salire sul podio più alto, ma sono stati in grado di assicurarsi molti dei seguenti piazzamenti. Le medaglie e i diplomi sono stati consegnati ai vincitori, tra gli altri, dal presidente della Raiffeisenverband Herbert von Leon, dal direttore dell'Ufficio Sport della Provincia di Bolzano Armin Hölzl e dal rappresentate del GECT Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino Christoph von Ach.

Questi i podi trentini, Alessia Widmann (S.C. Fondisti Alta Val di Non) ha conquistato il secondo posto nella categoria U8 con il tempo di 10 secondi, mentre Nadia Zucal si è piazzata terza U14 con 8,28 secondi. Nelle categorie maschili argento per Davide Beccari (Atletica Tione) con 9,31 e quinto posto Alex Zucal (9,66) entrambi nella categoria U10. Terzo gradino del podio per Adam Benedetti (8,58, U12).

Lea Perathoner ha conquistato le preziose medaglie per l'Alto Adige nella categoria U14 ragazze. La ragazza di Fiè è rimasta sotto la soglia degli 8 secondi (7,98 secondi) sui 60 metri. Nella categoria ragazzi, Manuel Antonucchi di Lana ha vinto la medaglia d'oro per l'Alto Adige con la corsa finale più veloce in 7,69 secondi. Nella categoria U12, Mattia Rigon di Freienfeld è salito sul podio più alto in 8,56 secondi.

"La finale dell'Euregio della Sprint Champions testimonia ancora una volta in modo impressionante l'effetto unificante e integrativo dello sport. Ragazzi e giovani di diversi territori e gruppi linguistici si sono riuniti per uno scambio sportivo in questa finale", spiega il presidente della VSS Günther Andergassen.

“Il prossimo anno tocca al Trentino organizzare la finale Sprint Champion. Questi ragazzi che si sfidano, e si divertono correndo i 60 metri, sono il futuro per lo sport!”, aggiunge il vicepresidente del CSI Trento Daniel Mazzini.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.