SporTrentino.it
Sport su ghiaccio

L'ItalCembra conquista il pass per le Olimpiadi di Pechino

Missione compiuta. La Nazionale maschile italiana di curling, a trazione cembrana, si è qualificata per i prossimi Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022. A quattro anni dall’ultima rassegna a cinque cerchi di Pyeongchang 2018, gli azzurri conquistano così sul ghiaccio la seconda partecipazione consecutiva ad un’Olimpiade, la terza considerando l’edizione di Torino 2006, quando la squadra tricolore prese parte all’evento in quanto Nazione ospitante.

Decisiva la vittoria di ieri (venerdì 17 dicembre) nel primo match dei playoff del Torneo Preolimpico contro la Repubblica Ceca. La Nazionale azzurra allenata da Claudio Pescia – sul ghiaccio con Joel Retornaz (skip, Fiamme Oro), Sebastiano Arman (Aeronautica Militare), Simone Gonin (Aeronautica Militare) ed Amos Mosaner (Aeronautica Militare) – dopo il secondo post nel round robin ha così sfruttato immediatamente la possibilità di conquistare il pass e volare in Cina.
Contro la Repubblica Ceca il team tricolore comincia alla grande passando subito avanti 3-0 nel primo end. La Repubblica Ceca dello skip Klima risponde con un punto nella seconda ripresa e un punto arriva anche per gli azzurri nella terza mano. Nel quarto end sono bravi gli avversari a mettere a referto due marcature a cui l’Italia replica con un punto nel quinto: all’intervallo la situazione è di 5-3 per i nostri. La seconda metà di gara è caratterizzata da grande tensione per la posta in palio.
Nel sesto end la Repubblica Ceca sbaglia e perde la possibilità di andare a punti con una mano a zero con il martello che resta ai nostri avversari. Nel settimo Klima e compagni non vanno comunque oltre un punto a referto con l’Italia brava a limitare i danni. Purtroppo nella mano successiva gli azzurri non riescono però a capitalizzare ma mantengono la distanza con un punto. Nel nono end la squadra tricolore va vicinissima a chiudere la pratica ma lo skip ceca indovina un ultimo gran tiro che allunga la gara con un altro punto per la Repubblica Ceca. L’Italia però nel decimo end, con il possesso del martello, non commette errori e la mano a zero congela il 6-5 finale.
Grande soddisfazione in casa azzurra: dopo il bronzo agli Europei, ecco centrato anche l’altro grande obiettivo stagionale. In casa azzurra è tempo di festeggiare.
“Siamo stati bravi a partire forte e a segnare quei tre punti nel primo end che ci hanno poi permesso di controllare la gara con più tranquillità – le prime parole a caldo dello skip azzurro Joel Retornaz -. Nel corso della partita abbiamo provato a segnare ancora due punti in altri end ma i nostri avversari ci hanno messo pressione e sono stati bravi a limitarci. Non a caso sono arrivati terzi nel round robin: sapevamo che sarebbe stata una partita dura ma ce l’abbiamo fatta. Siamo felicissimi per questa Olimpiade che significa tantissimo. Sapevamo di meritarcela perché arriviamo da tanti mesi in cui giochiamo bene ed è il giusto riconoscimento di un percorso. Sono soddisfatto e orgoglioso della squadra e di quello che siamo riusciti a fare“.

I RISULTATI DELLA MANIFESTAZIONE

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.