SporTrentino.it
Sport di montagna

Dolore per la tragedia di Tomas Franchini, campione dello sci

Tomas Franchini nella gara che lo laureò campione italiano di slalom (foto PegasoMedia)
Tomas Franchini nella gara che lo laureò campione italiano di slalom (foto PegasoMedia)

La notizia della morte di Tomas Franchini ha lasciato attoniti tutti gli appassionati di sport invernali. Il 35enne scalatore di Madonna di Campiglio, che aveva al suo attivo la conquista di molte vette e nuove vie sulle Ande, ma pure in Cina, tragicamente scomparso sul versante nord-est del Monte Cashan, in Perù, era anche un'apprezzata guida alpina, maestro di sci e da giovane era stata una promessa dello slalom speciale.

Tomas Franchini (foto PegasoMedia)
Tomas Franchini (foto PegasoMedia)

Cresciuto da piccolino prima nelle fila dello Sporting Campiglio, quindi difendendo i colori dell’Agonistica Campiglio Val Rendena, frequentò poi lo Ski & Ice College della Val di Fassa e per le sue doti tecniche e per i suoi risultati significativi venne inserito nella squadra agonistica del Comitato Trentino del settore sci alpino. Nel suo percorso sportivo si prese importanti soddisfazioni, piazzandosi per ben 21 volte nella top ten di gare Fis internazionali assolute e giovani.
Il miglior piazzamento della sua giovane carriera fu la conquista del titolo italiano under 18 (categoria aspiranti) di slalom speciale sulla pista Aloch di Pozza di Fassa nel 2006, in versione serale. Nella stessa rassegna tricolore, che in quell'anno venne organizzata dallo Ski Team Fassa, suo sodalizio di appartenenza nell'ultimo periodo agonistico, ottenne pure un bronzo nella combinata, una classifica per somma di punti nelle quattro gare dei campionati italiani.
A quell’edizione dei campionati italiani aspiranti parteciparono anche Federica Brignone, Francesca Marsaglia, Mattia Casse, Luca De Aliprandini, Giovanni Borsotti, Giulio Bosca, Andy Plank e Riccardo Tonetti, per tanti anni nel giro azzurro.
Il percorso sportivo di Tomas è sempre stato affiancato da quello del fratello, con il quale c'è sempre stato un legame forte. Silvestro, due anni più grande, fece pure lui parte della squadra agonistica del Comitato Trentino, vinse il titolo italiano giovani nel 2005 ed entrò pure a far parte della nazionale italiana C nel 2007.
Tomas nel 2008 decise di smettere con lo sci di alto livello per dedicarsi al suo grande amore: l'avventura in montagna. Ora guarderà tutti dal cielo.

Tomas Franchini (foto PegasoMedia)
Tomas Franchini (foto PegasoMedia)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.