SporTrentino.it
Tamburello

Serie A: il Mezzolombardo supera senza patemi il Cavriana

La bestia nera del Callianetto si chiama Sommacampagna: è il 16 marzo 2008 quando sullo stesso terreno veronese cade il Callianetto, allora imbattuto da 133 giornate, dal lontano 31 agosto 2002; oggi, ancora una volta, cade la squadra dei campioni d’Italia di fronte agli stessi avversari di alloraed il campionato riprende vigore. Primo Callianetto, ma il Carpeneto, secondo ad una sola lunghezza. Il Sommacampagna sale d’un gradino, ma la squadra è al mille ed il canpionato aperto.

“Sono felice – dice bevendo le parole in una coppa piena di felicità il Presidente Silvano Albertini - è stata una grande partita, una vittoria bellissima, una patita giocata da tutt’e due le parti senza risparmi, con grandissima generosità; erano in vataggio per 8 a 4, ma npomn ci siamo persi d’animo, abbiamo insistito e siamo venuti fuori; abbiamo dimostrato di essere una squadra che sa combattere, che non molla e lo dimostra questa vittoria contro un avversario che non molla mai, un grande avversario e il Callianetto lo conosciamo tutti, è una squadra di grandi campioni”.

Inizia sabato, con tre anticipi, l’ottava di andata del massimo campionato.

A Mezzolombardo ospite della squadra trentina, la mantovana Cavriana, che negli otto appuntamenti di campionato è riuscita a realizzare solo quattro punti (uno con il Solferino, tre con il Travagliato), non è riuscita a dare, dopo l’apparente ripresa di domenica scorsa contro il Carpeneto, indicazioni di rinascita, se si eccettua una qualche energia nel primo trampolino, concluso in vantaggio ed una maggiore incisività nei quaranta pari, sei nei primi tre giochi, tutti dei mantovani; dal 5-4 decollo della squadra di casa, che tiene il volo fino alla fine. Bene nel team di Bruno Tommasi Manuel Festi, Ivan Martinatti, Graziano Perottoni e Federico Gasperetti.

Il secondo anticipo, Fumane-Medole, ha visto la supremazia dei medolesi “potevamo però far meglio – commenta il Presidente Giuliano Crotti – siamo partiti bene, poi un calo di cui hanno approfittato i nostri avversari e abbiamo ceduto qualcosa. Franco Zeni ha dei problemi ad un ginocchio e si è resa opportuna l’inversione con Alessio Monzeglio fino alla fine”.

Terzo anticipo Malavicina-Travagliato tra due formazioni rampanti, la prima che dopo tre vittorie consecutive è caduta nel derby a Solferino, la seconda che a parte la passeggiata sul Fumane hanno messo a segno un successo parziale con il Mezzolombardo e la bella vittoria sul terreno del Sommacampagna. L’hanno spuntata i mantovani, che dopo un inizio in tono minore, hanno saputo reagire “all’inizio si è presentata molto dura – confica Giuliano Morari, Presidente della squadra di casa – ma dal 3-5 ci siamo rimessi in carreggiata malgrado pioggia e vento fosserero un difficoltà in più; i nostri avversari non si aspettavano forse la reazione e si sono disuniti. Bene un po tutti nel mio Malavicina, da Flavio Isalberti a Nicola Zandonà, a Massimiliano Sala”.

Nulla da fare per il Monte in terra alessandrina, dove subisce dal Carpeneto, alla ricerca di punti per non fare aumentare il distacco dalla capoclassifica, una durissima sconfitta. Organico ed incisivo, il Solferino si impone con disinvoltura sull’ostico terreno del Cremolino.

Classifica: Callianetto p. 20, Carpeneto 21, Mezzolombardo p. 17, Medole p. 17, Sommacampagna p. 14, Malavicina p. 12, Solferino p. 12, Monte p. 8, Cremolino p. 8, Travagliato p 7, Cavriana p. 4, Fumane p. 1.

E’ Sommacampagna-Callianetto il match-clou dell’ottava di andata del massimo campionato. I veronesi dopo il pesante ko subito in casa contro il Travagliato si sono prontamente ripresi sabato, andando ad espugnare il difficile campo di Medole al termine di una gara ben giocata, nella quale Massimo Teli e soci hanno dimostrato di avere le qualità per impensierire tutte le squadre di alta classifica, soprattutto quando riescono a trovare la giusta continuità di gioco.

I campioni d’Italia dal canto loro sono reduci da due convincenti prestazioni, contro il Carpeneto - vittoria che ha consentito loro di riguadagnare la vetta della classifica - e contro il Mezzolombardo, nelle quali hanno confermato di essere anche quest’anno la squadra da battere, forti di un team affiatato, solido e completo in ogni reparto.

Il pronostico è dalla parte di Manuel Beltrami e soci che partono come logici favoriti, ma il Sommacampagna, se sarà in grado di mettere in campo la necessaria continuità, avrà la possibilità di impensierire i più quotati avversari, cercando di sfruttare al meglio il terreno amico.

Serie B

Girone A

Nel derby bergamasco, sfida di cartello della giornata è stato il Filagomarne a tenere per se tutta a posta in un incontro che ha visto il San Paolo d’Argon non reggere il ritmo impresso dalla formazione avversaria.

Non ha faticato molto la Monalese ad avere la meglio sulla matricola Capriano del Colle, apparsa meno organica dell’avversaria.

Nell’anticipo di sabato la Goitese espugna il terreno del Guidizzolo, aggiudicandosi con pieno merito l’incontro.

Durissimo per il Castellaro il match con il Cinaglio, formazione di tutto rispetto che riesce a dividere la posta con i padroni di casa, costretti ad una vittoria di stretta misura.

Corre il Castiglione sul terreno del Bonate Sopra, che cade senza riuscire ad opporre adeguata resistenza.

Ha riposato: Ceresara.

Girone B

Grande l’attesa alla vigilia per quello che avrebbe dovuto essere il big-match dell’ottava di andata, di fronte due formazioni, Costermano e Bardolino, con le carte in regola per raggiungere il gradino più alto, tre ed un posto – in vetta la formazione lacustre, in terza posizione l’avversaria - i punti che le separavano. Le attese però non sono state all’altezza delle aspettative ed in campo si è visto quasi un monologo della prima della classe, che ha espugnato senza troppa fatica il terreno pur non facile dei padroni di casa.

Nell’anticipo di sabato bella vittoria del San Vito, che con questa fatica supera in classifica il Noarna.

Non è riuscito al Sabbionara di far dimenticare l’opaca prestazione di domenica scorsa contro il Capitel e l’Ospedaletto ha avuto partita facile di fronte al pubblico amico. Incontro in discesa anche per il Cavaion, che non fatica a superare il Besenello. Rinviata per pioggia a mercoledì la conclusione di Capitel-Tuenno, quando le redini dell’incontro erano in mano dei trentini, in vantaggio 8-6.

Ha riposato: Nave San Rocco.

Serie A femminile

Incontro molto bello e combattuto, Sabbionara-San Paolo d’Argon, big-match della giornata, non ha tradito le aspettative. L’hanno spuntata le ragazze trentine, che ora in vetta dividono la prima posizione solo con la Pieese, che a sua volta si è sbarazzata con autorità del Besenello. Nel derby con la Monalese il Settime fa finalmente sentire la propria voce ed in derby di alto livello torna ad essere la squadra d’un tempo strappando un punto alle padrone di casa, vincitrici di strettissima misura solo al tie-break.

Serie B femminile

Nel girone Piemonte, secondo previsioni, il Settime si impone sull Callianetto, al quale infligge una durissima sconfitta. Bella prova della Pieese, che espugna in scioltezza il campo della Monalese.

Rinviata al giorno 22 Viarigi-Vignale.

Girone Triveneto: in una gara combattuta le ragazze della bergamasca Dossena si impongono sul terreno bresciano del Gussago.

Serie C Centro Italia

Nel girone Toscana vittoria con divisione della posta del Casale A sul Torrita. Non disputato, per mancata presenza della squadra avversaria, l’incontro Firenze-Casale.

Ha riposato: Asinalunga

Nel girone Emilia Romagna-Marche vittoria senza fatica del Bagnacavallo sul Mondolfo; rinviato a mercoledì il match Santarcangelo-Mombaroccio.
Ha riposato: Faenza.

(fonte Federtamburello)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,828 sec.