SporTrentino.it
Olimpiadi

Olimpiade: finisce ai 32esimi la corsa di Jessica Tomasi

Jessica Tomasi chiude qui la propria Olimpiade. L'arciera di Baselga di Piné esce ai 32esimi della gara individuale di tiro con l'arco alle Olimpiadi di Londra, dopo aver detto addio nei giorni scorsi anche alla gara a squadra al primo turno. Un ko però arrivato a testa altissima per la 26enne arciera trentina, visto che è arrivato solamente allo shoot-off (in pratica il tiro di spareggio) contro la coreana Choi Hyeonju, medaglia d'oro a squadra con la Corea del Sud. Con una bellissima prova la Tomasi è arrivata ad impattare con una atleta molto più esperta di lei, solamente all'ultimo battito, all'ultima freccia, ha avuto la meglio la coreana. Quando ha centrato un 10 allo shoot-off mentre Jessica si è fermata a 9.

Di seguito il commento di Jessica Tomasi raccolto dalla Fitarco, la Federazione italiana di tiro con l'arco.
«Ero più agitata quando siamo scese in campo nella gara a squadre – commenta l'aviera di Baselga di Piné -, vedere tutta quella gente e così tante telecamere non è facile visto che siamo abituate a tirare con ben altri scenari. Ora invece in questo match individuale non avevo nulla da perdere, ero più fiduciosa e l'atmosfera mi ha caricata: anche la musica che suonavano mi ha dato forza e il pubblico e le telecamere erano diventati solo degli spettri. Ho cercato di sfruttare le mie qualità e di godermi questo esordio olimpico. Mi sono difesa piuttosto bene, la mia avversaria aveva tirato male solo il primo giorno nelle qualifiche ma è pur sempre una coreana che nei momenti che contano sa tirar fuori tutte le sue doti. Sicuramente mi sarebbe piaciuto andare oltre e tentare il colpaccio, purtroppo è finita allo spareggio ma posso dire di esser uscita con onore dal campo di gara».

JESSICA TOMASI - CHOI HYEONJU 5-6 (9-10)
Parte alla grande Jessica Tomasi: vittoria nel primo set 27-25. Tris di nove per l'azzurra, la campionessa olimpica a squadre sbaglia l'ultimo tiro e regala i due punti alla Tomasi. Secondo set chiuso in pareggio: due 9 e un 10 per entrambe, 28-28, il conteggio dei set sul 3-1 per l'aviera trentina. Terzo set: avanti con le prime due frecce (10-9) Jessica viene tradita dalla terza freccia: un sette che favorisce il soropasso della sudcoreana. Set chiuso sul 27-26, punteggio di 3-3. Quarto parziale: brutta la prima freccia coreana, un sei. Anche Jessica parte con un sette ma poi accelera 9-10. Vinto il set si porta sul 5-3 complessivo. Quinto set da favola per la coreana: 10-9-10. Peccato per Jessica che mette a segno due 10 e un sette. Si va allo shoot off. La coreana Choi Hyeonju piazza un 10, Jessica centra un 9 e chiude la sua avventura Olimpica. Impresa sfiorata per l'azzurra che esce a testa altissima dallo scontro con l'oro a squadre di questa Olimpiade.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,844 sec.