SporTrentino.it
Olimpiadi

Olimpiadi: amarezza Cagnotto, dai 3 metri un altro 4° posto

Niente medaglia olimpica per Tania Cagnotto. La tuffatrice altoatesina ha dovuto dire addio al sogno di una medaglia individuale nella gara dei tuffi dai 3 metri, una finale che questa sera ha visto Tania chiudere al quarto posto. Niente medaglia per una manciata di centesimi, 20 centesimi, un'inezia. Dopo l'amarezza del quarto posto nella gara del sincro con Francesca Dallapè un'altra medaglia di legno per la bolzanina, che deve così accontentarsi della seconda medaglia di legno nel giro di pochi giorni. Una vera e propria maledizione.... Dopo un ottimo primo tuffo è nel secondo e terzo tuffo che la bolzanina vede allontanarsi la medaglia, sbagliando qualcosa nel doppio e mezzo avanti carpiato con un avvitamento e nel triplo e mezzo carpiato in avanti. Dopo tre tuffi Cagnotto è solo quinta, ma nel quarto e quinto tuffo riesce a riscattarsi eseguendo prima un buon doppio e mezzo ritornato carpiato e poi un altrettanto positivo doppio e mezzo rovesciato carpiato. Ma alla fine, in una gara molto equilibrata dal terzo posto in giù, a negare la medaglia a Cagnotto sono solo un paio di punti: l'altoatesina colleziona 262,20 punti mentre la messicana Sanchez arriva a 262,40. Prima e seconda, irraggiungibili, le cinesi Wu Minxia (414 punti) e He Zi (379,20).

"Non me l'aspettavo - commenta ai microfoni della Rai a fine gara una Tania Cagnotto in lacrime - anche perché ho fatto lo stesso punteggio delle semifinali quando avevo chiuso al secondo posto. Avevo sempre battuto la Sanchez finora. Si vede che le Olimpiadi non fanno davvero per me... Sapevo cosa dover fare per arrivare ad una medaglia, ma purtroppo non è stato abbastanza. Sono contenta della mia carriera, di quello che ho fatto, mi dispiace solamente non riuscire a coronare il mio sogno di una medaglia olimpica".

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,813 sec.