SporTrentino.it
Tennistavolo

Solo sconfitte per le formazioni trentine di vertice

Nei giorni scorsi, si è disputato l’ultimo turno dei campionati nazionali e regionali di tennis tavolo, il settimo, che è coinciso con la fine del girone d’andata. Hanno perso le formazioni di vertice del nostro tennis tavolo.
Ha perso in casa il TS Service Lavis, in B1 maschile. contro gli emiliani del Modena. Un 5-3 a favore degli ospiti, che poteva avere l’identico punteggio, a vantaggio dei trentini. Un incontro, che ha avuto come filo conduttore, il sottile filo dell’equilibrio in campo. Una sfida, che i trentini, avrebbero potuto portare a casa se, quattro dei sette incontri, non fossero finiti 3-2 a vantaggio degli emiliani. L’equilibrio, ed il paradosso di questo sport, lo si può trovare, analizzando i numeri e lo score della partita.
Dall’analisi del match, si può evincere che i set vinti dai trentini, sono stati 18 a fronte dei 16 conquistati dagli emiliani del Modena, che i punti complessivi sono stati 344 per gli uomini di Max Moiseev e 342 per gli emiliani.
Una sconfitta, che deve dare la consapevolezza agli uomini del Presidente Michelon, che questa squadra in questa categoria, può fare ottime cose, che Lorenzo Chiecchi, deve avere solo il tempo di maturare e fare la giusta esperienza.
Con la forza tecnica e la classe di Max, la saggezza di Sergey, e la prossima maturazione di Lorenzo, il girone di ritorno, per i Lavisani, sarà sicuramente ricco di soddisfazioni.
Ha perso In B2 maschile, il Besenello, che in teoria, avrebbe avuto la possibilità di aprirsi uno spiraglio per restare aggrappato ad una eventuale e remota possibilità di salvezza, che però, ha sbriciolato, andando a cozzare, contro gli scaligeri del Porto San Pancrazio. Per i lagarini, il rammarico sino ad ora, d’aver trovato uno dei campionati di B2 più forti ed impegnativi degli ultimi anni.
È andata meglio in C1 maschile, che ha laureato campione d’inverno la Dolomatic ASD Lavis. I trentini, hanno battuto per 5-2 il Mezzolombardo nel derby, ed hanno approfittato del passo falso dei loro antagonisti, il Bolzano, che sono andati a perdere per 5-4 contro i bresciani del Benaco.
Gli altri due derby, quello tutto casalingo tra le due formazioni del Villazzano e quello altoatesino tra Lana e Bressanone sono andati appannaggio rispettivamente a favore del Villazzano B, per 5-4 e del Bressanone per 5-2.
Lo spartito in C2 non è mutato, è sempre l’Autohaus Mezzolombardo a recitare il ruolo da protagonista e far fare il ruolo da comprimari o da attori non protagonisti alle altre compagini.
In D1, a condurre le danze c’è sempre l’Arco, che nell’ultimo turno si è sbarazzato dell’Oratorio Perginese per 5-2.
Gli arcensi hanno avuto la meglio dei perginesi senza l’apporto di Mosna, che fino ad ora ha fatto la differenza in tante occasioni.
Anche la D2 ha una squadra leader sino a qui. Il San Giuseppe di Rovereto, ha liquidato il Castelnuovo per 5-1, chi ha effettuato un explit, è stato il Bolghera.
I trentini, che hanno rispolverato Matteo Stracchi, hanno battuto in maniera sonora il Besenello, che a questo punto si trova a quattro punti dai trentini e a sei dai roveretani, con lo scontro diretto a favore degli avversari. Se non è un karakiri, poco ci manca.
Campionati fermi fino al 31 gennaio 2015, si ricomincerà con la disputa della prima giornata del girone di ritorno.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,844 sec.