SporTrentino.it
Olimpiadi

Bertagnolli portabandiera alle Paralimpiadi di Pechino

Giacomo Bertagnolli in azione
Giacomo Bertagnolli in azione

Doppia soddisfazione in casa Fiamme Gialle per la splendida notizia, ufficializzata quest’oggi dal Comitato Italiano Paralimpico, che sarà lo sciatore Giacomo Bertagnolli il portabandiera dell’Italia nella cerimonia d’apertura dei XIII Giochi Paralimpici Invernali, che si terranno a Pechino dal 4 al 13 marzo 2022.
Dopo la gioia e l’orgoglio di tutta la Guardia di Finanza per la recente decisione del CONI, che ha designato lo scorso 22 ottobre l’Appuntato Sofia Goggia Portabandiera alle prossime Olimpiadi invernali, un altro rappresentante delle Fiamme Gialle avrà l’onere, e l’onore, di sfilare con il Tricolore sotto gli occhi di tutto il mondo. E’ la prima volta, a memoria, che Olimpiade e Paralimpiade avranno due portabandiera appartenenti allo stesso club!
Un riconoscimento, quello affidato oggi al 22enne trentino, che dà valore ad un ragazzo la cui carriera, seppur ancora giovane, è già stata contraddistinta da grandissimi risultati internazionali, su tutti i due ori (slalom e slalom gigante), l’argento (supergigante) e il bronzo (discesa libera) conquistati nello sci alpino, categoria ipovedenti, alle ultime Paralimpiadi di PyeongChang 2018, cui si aggiungono le 8 medaglie mondiali 8 (5 ori, 2 argenti ed 1 bronzo) e le 7 Coppe del Mondo, di cui 2 generali e 5 di specialità.
In terra di Corea il nostro Giacomo fu guidato dal conterraneo Fabrizio Casal, con il quale condivise l’enorme gioia per gli storici allori ottenuti; da due stagioni, invece, Bertagnolli scia (sempre con uno straordinario rendimento in pista) insieme al Finanziere lombardo Andrea Ravelli, che sarà la sua guida anche nella prossima avventura Paralimpica cinese.
Le Fiamme Gialle tutte sono fiere di Giacomo Bertagnolli, perché oggi il Comitato Italiano Paralimpico ha scelto, nominandolo Portabandiera, di premiare una straordinaria storia di sport, nella sua accezione più alta, una storia di impegno, costanza, inclusione e passione.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.