SporTrentino.it
Pallamano

Pressano non ritrova il successo, sconfitta a Cingoli 26-24

Brusca frenata per la Pallamano Pressano Cassa di Trento, che ieri ha incassato la seconda sconfitta in 48 ore in Serie A Beretta. Dopo lo stop esterno di giovedì a Sassari, anche sul campo marchigiano di Cingoli gli uomini di Fusina non sono riusciti a fare punti. Se in Sardegna il match aveva avuto poca storia, in quel di Cingoli il team trentino ha lottato punto a punto per tutta la partita, salvo poi capitolare nel finale.
I gialloneri sono apparsi un po’ sulle gambe, sferzati da una lunga serie di partite ravvicinate dopo tre settimane di stop per Covid. Situazione difficile che la squadra trentina paga: merito anche di un Cingoli determinato a raccogliere punti pesanti soprattutto in casa e così è stato.

La cronaca

Prima parte di gara più favorevole ai gialloneri, che trovano in capitan Giongo (7 reti) la propria arma principale e sembrano poter prevalere, ma nonostante le numerose chance, la squadra di Fusina non riesce ad infilare il pallone del +3 e, di contro, subisce il rientro di un Cingoli mai domo e trascinato dal terzino Ladakis: 13-13 a fine primo tempo.
In apertura di ripresa ancora due volte Giongo tiene avanti i suoi, poi è blackout: errori in attacco ed in difesa favoriscono il balzo di Cingoli, che piazza un 5-0 e si porta a comandare fin sul 21-17. Con immensa fatica e grazie alle continue parate di Loizos la squadra trentina non affonda, anzi, alza la testa e comincia a rimontare fin sul 21-21, che riaccende la partita quando mancano 6 minuti. I gialloneri sembrano poter fare il colpaccio, ma la gara pende in favore di Cingoli, che difende con precisione e punisce in attacco proprio negli ultimi minuti: la possibile rimonta sfuma così proprio sul più bello e i due punti vanno dritti nelle tasche dei padroni di casa marchigiani.
Laconico il commento di mister Fusina a fine gara: «Paghiamo uno stato di forma negativo. Le nostre prestazioni sono costellate da errori che ci costano caro. Anche oggi abbiamo peccato molto sia in attacco sia in difesa, sbagliando anche l’atteggiamento in partita. C’è molto da rivedere, speriamo che allenamento dopo allenamento possa tornare il nostro miglior stato di forma per ritrovare il sorriso».
Pressano si lecca quindi le ferite e mastica amaro. Le sconfitte in stagione sono ora quattro e la posizione in classifica è nella piena pancia della graduatoria cortissima e difficile da leggere, considerato l’alto e differenziato numero di gare da recuperare. Prossimo appuntamento sabato al Palavis contro Fondi con la spada di Damocle del COVID, che potrebbe far saltare il match a causa di alcune sospette positività nelle file del club laziale.

Il tabellino

Cingoli – Pressano 26-24 (p.t. 13-13)
Cingoli: Antic 6, Anzaldo, Bincoletto 3, Ciattaglia, Cirilli 2, Ferretti, Garroni 3, Gentilozzi, Jaziri, Ladakis 8, Latini, Mangoni 2, Rotaru, Strappini 2, Tobaldi. All. Palazzi
Pressano: Argentin, D’Antino 2, Dainese 4, Dallago 4, Di Maggio 4, Facchinelli, Fadanelli 1, Giongo 7, Loizos, Moser N., Sontacchi 1, Szep 1. All. Fusina
Arbitri: Cardone - Cardone

Gli altri risultati della 14ª giornata
Siena – Conversano 22-22
Sassari – Merano dom 6/12
Siracusa – Molteno RINV.
Fondi – Fasano RINV.
Trieste – Bressanone RINV.
Cassano M. – Bolzano RINV.

La classifica: Conversano* 21, Sassari** 19, Bolzano**** 17, Siena*** 14, Cassano M.**** 12, Merano** 11, Pressano****, Trieste***, Fasano** ed Appiano* 10, Bressanone*** 8, Cingoli** 7, Fondi** 4, Siracusa* 3, Molteno*** 2.
* una ** due *** tre **** quattro partite in meno

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,512 sec.