SporTrentino.it
Sport di montagna

Ultimi giorni con iscrizioni agevolate alla "Latemar"

Prosegue a passo spedito il countdown verso la seconda edizione della «Latemar Mountain Race» (la quindicesima se consideriamo le precedenti con la denominazione «Stava Skyrace»), che andrà in scena domenica 13 settembre con partenza e arrivo a Pampeago, lungo un percorso incantevole, che propone 25 km di sviluppo e 1.680 metri di dislivello positivo.
Il Comitato Organizzatore dell’Unione Sportiva Cornacci in queste settimane è al lavoro per garantire la perfetta riuscita della manifestazione, che per la prima volta (meteo permettendo) dovrebbe consentire il passaggio nel cuore del gruppo dolomitico del Latemar. C’è dunque grande fermento per questo appuntamento di corsa in quota, soprattutto dopo il lungo periodo di stop agonistico, e la risposta in quanto ad iscrizioni finora è decisamente positiva, visto che sono oltre 220 gli atleti di vario livello che hanno deciso di indossare il pettorale.
Aspetto da non sottovalutare riguarda il fatto che alla mezzanotte di domenica 6 settembre scade la quota d’iscrizione agevolata nella cifra di 30 euro. Dal lunedì infatti chi vorrà essere al cancelletto di partenza dovrà versare 10 euro in più (40 euro), in entrambi i casi comprensiva di gadget e pasta party. Come fare per iscriversi? Basta compilare l’apposito form sul sito www.latemarun.com/iscrizioni.
In attesa della conferma di qualche big, sfogliando l’elenco degli attuali iscritti appaiono nominativi interessanti, con grande esperienza nel mondo della corsa in quota, come il valtellinese Daniel Antonioli, o il polivalente Filippo Beccari di Livinallongo, ed ancora l’atleta di casa Stefano Gardener, il primierotto Nicola Giovanelli, il moriano Christian Modena, il gardenese Georg Piazza, il fassano Mauro Rasom e il trentino Enrico Cozzini.
Sono dunque giorni caldi per il Comitato Organizzatore diretto da Alan Barbolini, anche sotto l’aspetto delle direttive anti Covid, che verranno definite in maniera dettagliata alla vigilia dello start. Sicuramente sono previste partenze scaglionate.
Fra i tanti aspetti assumono un significato particolare anche i trofei che verranno consegnati ai vincitori e realizzati dall’artista Igor Paluselli, che per l’occasione ha utilizzato il legno degli abeti abbattuti dalla tempesta Vaia, e che riportano il messaggio ricco di significati «correre oltre gli ostacoli» in questa fase storica di ripartenza.
Un’altra importante novità riguarda il fatto che la «Latemar Mountain Run» potrà godere di uno speciale di 30 minuti su Rai Sport Hd nei giorni successivi la gara, a testimonianza del valore di questa competizione che ha come teatro l’area dello Ski Center Latemar fra le provincie di Trento e Bolzano, con il cuore pulsante rappresentato dai passaggi dolomiti al Monte Cornon, al Monte Agnello, al rifugio Torri di Pisa, alla Forcella dei Camosci e nei pressi del celebre sentiero tematico Latemarium.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.