SporTrentino.it
Mondosport

Andrea Mezzanotte, il futuro a Trento parla italiano

La pallacanestro a Trento sta diventando uno sport sempre più seguito e importante, anche per via del fatto che la compagine trentina è riuscita a ottenere, nel corso degli ultimi anni, dei risultati veramente importanti, che non sono certo passati sottotraccia.
Anche tanti appassionati di scommesse sportive hanno puntato più e più volte nel corso degli ultimi anni sui successi dell’Aquila Basket Trento e, spesso, si è dimostrata una scelta più che azzeccata. Tra l’altro, al giorno d’oggi, sul web ci sono sempre più piattaforme che offrono la possibilità di scommettere in totale sicurezza, anche in riferimento alla tutela dei dati che vengono inseriti in fase di registrazione. Ad esempio, su casinosicurionline.net, c’è la possibilità di trovare tutti i portali che riescono a garantire un certo livello di affidabilità e di qualità online.

L’ultima stagione alla Dolomiti Energia

Il bilancio relativo alla scorsa stagione disputata con la maglia dell’Aquila Basket è sicuramente positivo, ma l’intenzione è quella di non smettere mai di migliorare. Stiamo parlando di Andrea Mezzanotte, probabilmente uno dei talenti meno chiacchierati della pallacanestro italiana, ma anche uno di quelli che potrebbe ambire a vestire con una certa costanza la maglia azzurra nel corso dei prossimi anni.
L’ultima stagione a Trento è stata senz’altro positiva, anche perché, in fondo, è stata la prima reale stagione in A1 in cui ha trovato spazio concretamente sul parquet. Complice anche lo stop fisico che ha colpito Davide Pascolo, impiegato nel medesimo ruolo, ecco che Mezzanotte ha potuto sfruttare un minutaggio decisamente maggiore, che poi è tornato chiaramente ad abbassarsi quando il capitano è tornato in gruppo abile e arruolato.
Ad ogni modo, forse per la prima volta nella sua carriera, Mezzanotte ha potuto disputare tanti minuti importanti non solamente nella massima serie in Italia, ma anche a livello di basket continentale, più precisamente in EuroCup, raggiungendo uno dei primi obiettivi che si era prefissato una volta giunto a Trento.

Crescere muscolarmente, obiettivo estivo raggiunto

Uno degli obiettivi che Mezzanotte si è posto negli ultimi mesi è stato indubbiamente quello di aumentare la propria struttura muscolare, in maniera tale da riuscire a sopportare molto meglio i vari contatti sotto canestro, che spesso e volentieri lo vedono battagliare con dei veri e propri giganti, estremamente dotati dal punto di vista muscolare e fisico.
Per questo motivo, Mezzanotte ha deciso di fare le cose per bene, facendosi aiutare da un nutrizionista sportivo. Non è un caso, quindi, che dai 91 chili di partenza, abbia raggiunto la soglia di 96 chilogrammi, in realtà, il traguardo che il giovane talento si era prefissato era quello di arrivare a 100 chili di massa muscolare, provando a circoscrivere il più possibile anche la massa grassa. Nonostante tutte le difficoltà connesse all’emergenza sanitaria, che sta incidendo tanto anche sugli allenamenti, l’obiettivo rimane sempre a portata. Dal punto di vista tecnico, invece, Mezzanotte ha intenzione di lavorare soprattutto sui suoi movimenti offensivi, con l’intenzione di ampliare sempre di più la propria gamma di soluzioni da sfruttare poi anche durante le partite ovviamente.

Un futuro in maglia azzurra

È chiaro che se Mezzanotte dovesse continuare in questo modo, cresceranno le sue chance anche di essere convocato nella nazionale maggiore guidata in panchina da Meo Sacchetti. Con la maglia azzurra, Mezzanotte ha fino ad ora, ha ottenuto diversi risultati importanti.
Infatti, con la nazionale Under 18 è stato in grado di vincere una spettacolare medaglia di bronzo agli Europei, mentre l’esperienza che più ricorda con orgoglio e affetto è sicuramente quella relativa ai Mondiali disputati nel 2017, quando con l’Italia Under 20 ha vinto una medaglia d’argento dopo un percorso veramente emozionante, anche grazie alla sapiente guida di coach Capobianco.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.