SporTrentino.it
Pallamano

Pressano fermo ai box per un altro mese

Non sembra avere pace la stagione 2020/2021 della Pallamano Pressano Cassa di Trento in Serie A Beretta. Sulle spalle del club trentino infatti si sta accumulando, di settimana in settimana, una lunga serie di rinvii, che rischiano di compromettere la regolarità della stagione giallonera.
Dopo un avvio di campionato a corrente alternata con match giocati a cadenza bisettimanale fra pause e rinvii è arrivato il blocco totale. Le due sconfitte con Conversano e Merano di ottobre sono state il cattivo presagio di un periodo decisamente negativo: saltata la trasferta a Fasano il 31 ottobre, saltato il recupero con Molteno il weekend successivo, ora i gialloneri devono anche fare i conti con alcune positività in squadra emerse negli ultimi giorni, che hanno causato il rinvio della gara prevista domani (sabato) con Cassano Magnago, ma non solo. Anche sabato prossimo 21 novembre a Sassari non si giocherà, in quanto il club sardo è impegnato nella European Cup, e le partite da recuperare sulle spalle giallonere saranno ben 5 e si sommeranno al già fitto calendario.

Un turbine di tegole ha travolto quindi la squadra allenata da mister Fusina: fra tutela sanitaria ed isolamenti di gruppo, i gialloneri inoltre praticamente non si allenano dallo scorso 29 ottobre ed è proprio mister Fusina a tracciare una panoramica della situazione sportivamente drammatica: «In questo periodo non è facile per nessuna squadra portare avanti un campionato, – esordisce il tecnico giallonero - ormai sono saltate le ambizioni, gli equilibri, le previsioni. C’è chi ha avuto fortuna ed ha giocato tutte le partite e c’è chi invece come noi ed altri (Bolzano, Merano e Bressanone) ne ha giocate quasi la metà. Non disperiamo: ci riprenderemo, ritroveremo il filo e andremo avanti a testa alta».
Lo scenario futuro per Pressano è complicatissimo: in previsione, la squadra non sarà al completo prima del 25 novembre ed in quel momento i gialloneri si troveranno senza gare ufficiali nelle gambe da oltre un mese, reduci un periodo di allenamento a singhiozzo e con un calendario da NBA davanti.
«Ma non ci mancherà la voglia di vincere. – tuona Fusina – Ogni partita sarà un pretesto per dimostrare il nostro attaccamento alla maglia ed alla pallamano. Solo lottando contro questa situazione la supereremo e sono certo che questo gruppo ce la farà: in squadra c’è un clima determinato. Sarà d’obbligo sfruttare al massimo ogni singolo giorno, recuperando strada facendo tutti gli effettivi per prepararci in vista dei prossimi appuntamenti».
Ancora tante incognite sul calendario dei recuperi. Ad oggi il prossimo appuntamento ufficiale giallonero è fissato a sabato 28 novembre al Palavis contro Siena, ma anche su quel match pende la spada di Damocle dell’isolamento. Fortunatamente la revisione dei calendari ha fatto emergere cinque weekend liberi fra dicembre e gennaio, quando si spera di poter recuperare quanto lasciato per strada fino ad oggi, nella speranza che tutta l’attività possa riprendere e continuare con sempre maggiore regolarità.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.