LE NOSTRE RIVISTE SPECIALIZZATE

Sport di montagna
lunedì 13 gennaio 2020
Bruciati i primi pettorali della DoloMyths Run Skyrace

Anche questa volta la corsa è terminata in fretta. Tempo dieci ore, dal momento in cui è stato dato il via alle iscrizioni, e i pettorali disponibili per prendere parte alla DoloMyths Run Skyrace 2020 sono stati tutti assegnati, almeno per quanto concerne la prima sessione. Sono in tanti, d’altronde, a voler partecipare ad una delle gare simbolo della disciplina e gli organizzatori non possono superare il tetto di 1.000 concorrenti, per cui solo i più veloci ad inviare il modulo possono essere premiati. Chi vuole prendere parte alla gara in programma domenica 19 luglio ed è rimasto a bocca asciutta può comunque rientrare ancora in gioco, dato che venerdì 14 febbraio dalle ore 12 verranno resi disponibili gli ultimi 300 pettorali.
«Siamo molto contenti del riscontro ottenuto in questi primi giorni di apertura delle iscrizioni, - afferma Diego Salvador a nome del comitato organizzatore - ci auguriamo che il nuovo programma, che per la prima volta concentra le nostre tre competizioni in un solo weekend, venga apprezzato dai runner. Noi faremo come sempre del nostro meglio per costruire una tre giorni di grande impatto».
Parallelamente il comitato organizzatore ha dato il via anche alle iscrizioni alle altre due gare in programma nel fine settimana centrale del mese di luglio, ovvero il Vertical Crepa Neigra e il Sellaronda Ultratrail, ovvero la sfida esplosiva di venerdì 17 e quella sulla distanza più lunga, oltre sessanta chilometri con tremila metri di dislivello, di sabato 18. Anche in questo caso le iscrizioni hanno fornito ottimi responsi, dato che per la Ultratrail sono stati già assegnati 150 pettorali. Regolamenti e indicazioni per iscriversi si trovano sul sito www.dolomythsrun.it.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri

SporTrentino.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trento (aut. n. 1.250 del 20.04.2005) e curata da PegasoMedia srl